Trombe o tube di Falloppio

Le tube di Falloppio sono due canali, detti anche salpingi, che mettono in comunicazione le ovaie con l’utero. Il nome deriva dall’anatomista che ne descrisse la struttura nel 1500.

Le tube di Falloppio hanno una lunghezza di circa 12/15 cm e un diametro che può arrivare a 3 mm. Da un lato sono fissate sulla parte superiore dell’utero, dall’altro avvolgono le ovaie dall’alto come un imbuto.

La funzione delle salpingi consiste nell’accogliere l’ovulo rilasciato dalle ovaie e lo spermatozoo, consentendo la fecondazione e il successivo passaggio verso l’utero, dove avviene l’impianto e la trasformazione in embrione.

Dal punto di vista anatomico le tube di Falloppio si dividono in:

  • infundibulo: è la prima porzione delle tube a forma di imbuto che avvolge le ovaie; questa estremità è dotata di fimbrie, estroflessioni a forma di dita che consentono il passaggio del follicolo ovarico nelle tube;
  • ampolla: è la parte più tortuosa delle salpingi, lunga circa 7/8 cm; qui avviene generalmente la fecondazione;
  • istmo: stretto e rettilineo, è la zona terminale delle tube che sbocca nella parte superiore dell’utero.

Le tube di Falloppio possono essere colpite da salpingite, un’infiammazione acuta o cronica  provocata molto spesso da alcune infezioni.

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2018

Voto Medio Utenti (4/5)