Secrezioni vaginali: ormai non sono più un mistero

Quante volte ti sarai chiesta la causa o la natura delle tue perdite vaginali?

E perché compaiono solo in alcuni momenti, in altri sono abbondanti e in altri ancora inesistenti? No panic, impariamo a conoscere le secrezioni vaginali.

Queste fanno parte della fisiologia dei genitali femminili: quindi è tutto normale! Anzi, sono fondamentali perché aiutano a mantenere la vagina pulita e lubrificata, espellendo insieme al muco germi, cellule morte ed evitando vari tipi di infezioni. L’avresti mai detto?

Le secrezioni vaginali si dividono in fisiologiche e patologiche.

Le prime appaiono bianche, trasparenti e filamentose, di odore non sgradevole e senza pruriti, bruciori o irritazioni. Possono presentarsi al momento dell’ovulazione (a metà circa del ciclo mestruale), che corrisponde anche ai giorni più fertili, ma anche in coincidenza di eccitamento sessuale, assunzione di contraccettivi orali o anche gravidanza.

Questo proprio proprio per l’alterazione dell’equilibrio del pH vaginale, dovuto a diversi fattori come l’utilizzo di prodotti per l’igiene intima troppo aggressivi, l’utilizzo di alcuni farmaci come gli antibiotici o condizioni particolari della vita.

Le seconde, invece sono secrezioni vaginali maleodoranti, di un colore come il giallo o il verdastro, magari accompagnate da prurito o bruciore. In questo caso sono molto probabilmente indicatori di un’infezione in corso.

Tutti segnali che, forse, qualcosa non va.

Nonostante esistano numerosi prodotti che possono alleviare il dolore e il bruciore, dovuto alle perdite vaginali bisogna prima capire e comprendere quale sia l’infezione e poi il giusto trattamento.

Tra le vaginiti e vaginosi più comuni, si ricorda la candida, ovvero un fungo che si trova naturalmente all’interno della flora batterica intestinale e vaginale, che in condizioni favorevoli, aumenta e diventa insopportabile! I sintomi sono bruciore, dolore durante la minzione, eritema, prurito intenso e perdite biancastre. Un vero tormento! 

Ma rivolgiti al medico per saperne di più sulle secrezioni vaginali, ma sopratutto se l’infezione ha un effetto prolungato nel tempo: prenditi cura di te stessa, senza avere paura!

Se hai un dubbio chiedi al nostro esperto 

Scopri altri argomenti sul nostro blog

Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2020