Ormoni

Il termine “ormone” deriva dal greco “Hormao” che significa “metto in moto, stimolo, eccito”. Si tratta di sostanze chimiche prodotte da una ghiandola endocrina, che agisce a distanza rispetto al luogo di produzione.

Si spostano attraverso il flusso sanguigno per agire come messaggeri chimici sugli organi bersaglio e regolarne l’attività. Stabiliscono, quindi, una rete di rapporti funzionali tra le cellule di diversi organi, che siano dotate di specifici recettori per quelle sostanze.

Tra gli ormoni che svolgono un importante ruolo nel nostro corpo vi sono:
  • Ormone della crescita (GH): stimola il giusto ritmo di crescita corporea nel bambino e nell’adolescente ed influenza la distribuzione del grasso, della massa ossea e di quella muscolare nell’adulto;
  • Cortisolo: essenziale per la reazione allo stress;
  • Insulina: riduce la concentrazione degli zuccheri nel sangue;
  • Ormoni tiroidei (la tiroxina e la triiodotironina): responsabili della regolazione del metabolismo, della crescita corporea e dell’attività del sistema nervoso;
  • Prolattina (PRL): induce la produzione di latte dal seno dopo il parto, ma è anche responsabile del desiderio sessuale;
  • Ossitocina: è grazie a questo ormone che l’utero si contrae durante il parto;
  • Gonadotropine ipofisarie: agiscono in sinergia sulle gonadi, stimolando la produzione degli ormoni sessuali e promuovendo la formazione di spermatozoi nell’uomo e di ovuli nella donna.
  • Ormoni sessuali: sono prodotti dalle ovaie nella donna e dai testicoli nell’uomo. I testicoli producono gli androgeni, come il testosterone, responsabile dei caratteri sessuali secondari nell’uomo. Le ovaie producono gli estrogeni ed il progesterone, detti anche “ormoni della fecondità”.

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2018

Voto Medio Utenti (4/5)