È in arrivo il nuovo cerotto contraccettivo

Il nuovo cerotto contraccettivo è stato inventato da un team di ingegneri biomolecolari. È composto da microaghi dissolvibili  e può essere utilizzato una volta al mese.

Da millenni ormai i ricercatori studiano e sperimentano nuovi metodi contraccettivi. Frutto delle ultime ricerche in materia è il “microneedle patch”, composto da microaghi dissolvibili che può essere utilizzato una volta al mese e che quindi ha una durata maggiore di quello attualmente in commercio (che ha durata settimanale).

Per le sue caratteristiche, il nuovo cerotto contraccettivo potrebbe finire col rimpiazzare la classica pillola contraccettiva. Il cerotto per adesso è stato sperimentato esclusivamente sui topi, ma dei prossimi anni si effettueranno le prove anche sugli esseri umani.

Nuovo cerotto contraccettivo- Come agisce?

Il nuovo cerotto è un piccolo adesivo circolare ripieno di microscopici aghi che contengono l’ormone contraccettivo levonorgestrel. I microaghi sono modellati da una miscela di polimeri biodegradabili, il poli(acido lattico) e il poli(lattico-co-glicolico), comunemente usati per i punti riassorbibili in chirurgia. Creati in questo modo gli aghi, dopo un’applicazione di appena cinque secondi sul braccio, si spezzano e restano sotto la superficie della pelle. Iniziano così a rilasciare gradualmente l’ormone, per poi dissolversi totalmente.

Quali vantaggi?

Il nuovo cerotto contraccettivo, una volta in commercio, potrebbe rimpiazzare sia il cerotto ormonale ora disponibile sia la pillola.  L’attuale cerotto contraccettivo, infatti, ha il limite di dover essere indossato tutti i giorni. La pillola, d’altro canto, a volte può non essere efficace perché può capitare che la donna si dimentichi di assumerla. Per questi motivi, un cerotto contraccettivo a lunga durata potrebbe essere la soluzione.

Inoltre, secondo i ricercatori del Georgia Institute of Technology che lo hanno ideato, questo nuovo cerotto potrebbe rivelarsi particolarmente utile per le donne che vivono nei paesi in via di sviluppo.

Diversi contraccettivi a lunga durata come l’impianto o la spirale hanno bisogno dell’approvazione da parte del ginecologo.  Il nuovo cerotto, invece, è stato ideato per essere autosomministrato e potrebbe essere d’aiuto alle donne di questi paesi dove c’è bisogno di arginare l’eccessivo numero di nascite, ma l’accesso all’assistenza sanitaria è limitato.

Fonte e credits immagine:

Repubblica.it

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 22 marzo 2019

Voto Medio Utenti (4.5/5)