È vero che l’alcol fa venire il mal di testa?

Molte persone che soffrono di emicrania evitano di berlo, ma è vero che l’alcol fa venire il mal di testa? Secondo gli esperti, non è quasi mai l’unico fattore scatenante.  

Molte persone che soffrono di mal di testa evitano del tutto l’alcol, sostenendo che sia responsabile dell’inizio della loro emicrania. È quanto è emerso da un recente sondaggio condotto nei Paesi Bassi su 2.000 pazienti che soffrono di emicrania. Un terzo dei partecipanti al sondaggio ha indicato nell’alcol la “miccia” che innesca l’attacco doloroso.  Ma è vero che l’alcol fa venire il mal di testa?

È vero che l’alcol fa venire il mal di testa?- Il sondaggio

Il sondaggio è stato condotto dalla Leiden University Medical Center. Dei 2.000 partecipanti, il 36% ha indicato l’alcol come causa scatenante del mal di testa. Il 78% dei pazienti ha citato il vino rosso come bevanda che potrebbe scatenare un attacco, mentre solo l’8% ha puntato il dito contro la vodka.

Per un terzo dei partecipanti al sondaggio, l’emicrania inizia entro tre ore dal consumo di alcol e per quasi il 90% inizia entro 10 ore. I pazienti hanno stimato che ci vogliano circa due drink prima del verificarsi di un attacco.

È vero che l’alcol fa venire il mal di testa?- Il parere degli esperti

Secondo gli esperti, anche se i pazienti collegano frequentemente il consumo di bevande alcoliche con l’esordio dei loro attacchi di emicrania, questi in realtà sono probabilmente innescati dall’alcol mescolato con diversi altri fattori.

Questi fattori possono essere le mestruazioni, lo stress, il caldo, determinati alimenti, il digiuno o la privazione del sonno.

È vero che l’alcol fa venire il mal di testa?- L’importanza dello stile di vita

Molte condizioni di dolore cronico, incluso il mal di testa, possano essere significativamente influenzate dallo stile di vita. Quindi, oltre a non esagerare col consumo di alcol, per prevenire gli attacchi di mal di testa è utile:

  • dormire 7-8 ore per notte;
  • migliorare la propria postura;
  • evitare gli sbalzi di temperatura;
  • evitare di esporsi a luci o odori troppo intensi;
  • riposare gli occhi quando si lavora al pc.

Anche l’alimentazione è fondamentale per prevenire il mal di testa.

Occorre evitare cibi dalla digestione particolarmente complessa come agrumi, cipolle, crauti, frutta secca in guscio, cioccolato, fritti. Occorre evitare di bere troppo caffè (in modica quantità al contrario può anche essere benefico),  tè e bevande contenenti caffeina e teina.

Inoltre è bene fare attenzione anche ad alcune sostanze contenute negli alimenti: in particolare ai nitrati usati per conservare gli insaccati, alla tiramina presente nei formaggi stagionati, al glutammato usato nei dadi per brodo. Vanno evitati anche il digiuno e le diete troppo drastiche.

Fonti:

Quotidiano Sanità

Fondazione Veronesi

Humanitas

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 25 febbraio 2019

Voto Medio Utenti (4.5/5)