È vero che i cellulari fanno venire il cancro?

Ne hai sentito parlare e ti stai chiedendo se i cellulari fanno venire il cancro? I risultati degli studi sono contrastanti, ma se vuoi essere prudente in attesa di nuovi dati, ci sono delle accortezze che puoi seguire.  

Lo smartphone oggi è presente in ogni momento e spazio della nostra giornata. Secondo recenti ricerche, in media durante il giorno lo controlliamo 221 volte! Ma è vero che i cellulari fanno venire il cancro?  C’è chi dice che favoriscono l’insorgenza di tumori e chi crede che sia una leggenda metropolitana. Proviamo a fare chiarezza.

È vero che i cellulari fanno venire il cancro? – Ecco come funzionano.

Per funzionare, i cellulari utilizzano le radiazioni a radiofrequenza (RFR), in modo da ricevere ed inviare segnali ai ripetitori vicini. L’uso costante del cellulare espone il nostro corpo a queste radiazioni.  I nostri tessuti, a contatto con il cellulare, possono assorbire l’energia a radiofrequenza emessa. È da qui che nascono le preoccupazioni.

È vero che i cellulari fanno venire il cancro? – Gli studi.

Per verificare se le onde emesse dal cellulare possano essere nocive, negli anni sono stati fatti numerosi studi. Le ricerche si sono concentrate sulla possibile relazione tra l’utilizzo dei cellulari e la comparsa di tumori cerebrali, di tumori del nervo acustico, del cancro dei testicoli e delle ovaie.

Gli studi non hanno finora mostrato alcun legame tra l’uso del cellulare e i tumori cerebrali, ad eccezione del 10 per cento dei soggetti che hanno usato il telefono in modo molto intensivo.

Solo uno studio, il Million Women Study, ha mostrato un possibile incremento di rischio per il tumore del nervo acustico.

Mentre l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’OMS ha classificato le onde elettromagnetiche emesse dai cellulari tra i “possibili cancerogeni umani”, altre agenzie,  come la Food and Drug Administration, ritengono che ulteriori ricerche siano necessarie.

È vero che i cellulari fanno venire il cancro? – Ecco come diminuire l’esposizione alle radiazioni.

Se vuoi essere prudente in attesa di nuovi dati, ci sono delle accortezze che puoi seguire per diminuire l’esposizione alle onde a radiofrequenza degli smartphone. Eccone 5.

  1. Evita di usare il cellulare per ore attaccato all’orecchio e usa un paio di cuffie o un auricolare Bluetooth. Ricorda che più lo smartphone è vicino e più gli effetti si amplificano.
  2. Nel caso in cui il segnale di rete sia assente o molto basso, evita di tenere Internet accesso. La continua ricerca della connessione dati aumenta le onde a radiofrequenza prodotte dal dispositivo
  3. Non utilizzate lo smartphone in auto senza auricolari o vivavoce. Questo perché l’automobile è quella che si dice un “gabbia di Faraday” ed al suo interno il cellulare fatica molto per mantenere stabile il segnale.
  4. Non portare i dispositivi a contatto diretto. Evita di portarlo nella giacca, soprattutto nella tasca interna sinistra, perché può provocare interferenze con il ritmo cardiaco.

Fonti:

Quotidiano Sanità

Repubblica.it

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2019

Voto Medio Utenti (4.5/5)