Quali sono le cause della stitichezza e come combatterla?

Colpisce due persone su dieci: ecco quali sono le cause della stitichezza e cosa possiamo fare per combatterla.

Difficoltà ad andare in bagno? La stitichezza, o stipsi, è un’alterazione delle funzioni dell’intestino che provoca una difficoltà a evacuare le feci. In genere si ritiene ci sia stipsi se le evacuazioni intestinali sono meno di tre alla settimana. Ecco quali sono le cause della stitichezza e cosa fare per combatterla.

Quali sono le cause della stitichezza?

Tra le più comuni cause della stitichezza vi sono:

  • la mancanza di idratazione;
  • l’assunzione di alcuni farmaci, tra cui antidepressivi, ferro, oppioidi;
  • l’abuso di lassativi che, utilizzati come soluzione, in realtà, possono portare l’intestino a smettere di funzionare correttamente;
  • una dieta piena di grassi animali, zuccheri e con un inadeguato apporto di fibre;
  • uno stile di vita sedentario.

Tra le cause della stitichezza vi sono anche le variazioni ormonali.

I cambiamenti ormonali durante la gravidanza, prima del ciclo mestruale e in menopausa possono causare stitichezza.

Possono provocare questo disturbo anche malattie come l’ipotiroidismo, il Lupus, la sclerosi multipla, il morbo di Parkinson e la malattia di Crohn. In presenza di tumori del colon e della sindrome del colon irritabile la stitichezza si alterna spesso alla diarrea.

Anche alcune cattive abitudini possono provocare stitichezza.

Reprimere lo stimolo della defecazione quando si presenta, nel tempo può portare a un rallentamento del transito intestinale e alla stitichezza. La funzione principale del colon infatti è quella di riassorbire l’acqua presente al suo interno. Un eccessivo riassorbimento di acqua, provoca un indurimento delle feci e un minor numero di evacuazioni.

Per combattere la stitichezza, bisogna innanzitutto cambiare stile di vita e abitudini alimentari.

Nel caso in cui la stipsi non sia il campanello d’allarme di altre malattie, la si può risolvere cambiando stile di vita e dieta, che comprende anche un maggior apporto di liquidi da ingerire. Così facendo allontanerete il rischio di complicazioni, come le emorroidi o le ragadi.

In particolare, l’alimentazione un ruolo fondamentale nell’origine ma anche nella cura di questo disturbo. Per combattere la stitichezza è importante:

  • bere una maggiore quantità di liquidi, come acqua, succhi di frutta e tisane;
  • consumare più frutta e verdura, sia cruda sia cotta;
  • arricchire le insalate di semi di lino;
  • preferire cibi non raffinati (ad es. pane integrale), per aumentare l’assunzione di fibre alimentari.

Importante è anche praticare una regolare attività fisica, basta anche una camminata a passo veloce per 20 minuti al giorno.

Fonti:

Humanitas Salute