Trichomonas vaginalis


Vaginite

Che cosa è il trichomonas vaginalis?

Il Trichomos è una malattia a trasmissione sessuale molto comune, causata da un protozoo (un microrganismo) parassita chiamato Trichomonas vaginalis.

Questo microrganismo è dotato di flagelli o ciglia con i quali aderisce alle pareti della vagina, del canale cervicale e dell’uretra.

Come si viene contagiati?

Il parassita viene trasmesso da una persona infetta, uomo o donna, ad una sana durante il rapporto sessuale. Si può, seppure meno frequentemente, essere contagiati attraverso l’uso comune di asciugamani, indumenti o oggetti. Ciò accade di rado, in considerazione del fatto che il Trichomonas vive poche ore nell’ambiente esterno.

Quali sono i sintomi?

Nell’uomo la parte colpita è l’uretra ( il canale interno al pene) e spesso l’uomo non presenta sintomi. Quando compaiono accusa irritazione interna al pene, leggere perdite e bruciore durante l’eiaculazione e quando urina.

Nella donna invece, il parassita che attecchisce alle pareti vaginali e alle pareti del canale cervicale, provoca quasi sempre una sintomatologia che consiste in:

  • perdite vaginali di colore giallo-verde accompagnate da un odore molto forte e sgradevole
  • dolore nel fare pipì
  • prurito vaginale e irritazione
  • fastidi durante i rapporti sessuali

Come curarla?

Innanzitutto va eseguita una diagnosi medica che richiede un prelievo di liquido vaginale (detto anche tampone vaginale) o di sperma e l’esame di laboratorio. La terapia prevede l’uso di antibiotici. È consigliata la stessa terapia anche al partner. Poiche’ il protozoo vive in ambito uretrale non basta una eventuale terapia locale, ma occorre sempre anche una terapia per via generale.

La forma di prevenzione, come sempre accade in questi frangenti, è l’astensione da rapporti sessuali fino al termine della terapia e comunque dopo consiglio medico.

 

È bene sapere che:

  • una persona infettata senza sintomi può passare l’infezione ad altri, pertanto è consigliato l’uso del profilattico nel caso di partner multipli
  • Nelle gestanti che abbiano contratto l’infezione, il Trichomonas può causare un parto prematuro a causa della rottura delle membrane
  • Una volta guariti non si diventa immuni nei confronti di questo parassita. Si può contrarre l’infezione anche numerose volte
  • Chi è infettato dal Trichomonas è esposto a un aumentato rischio di contrarre il virus dell’HIV durante un rapporto non protetto con persone sieropositive

Per approfondimenti visita anche il sito perlasalutesessuale.it

Share

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.

Trichomonas vaginalis


Vaginite

Che cosa è il trichomonas vaginalis?

Il Trichomos è una malattia a trasmissione sessuale molto comune, causata da un protozoo (un microrganismo) parassita chiamato Trichomonas vaginalis.

Questo microrganismo è dotato di flagelli o ciglia con i quali aderisce alle pareti della vagina, del canale cervicale e dell’uretra.

Come si viene contagiati?

Il parassita viene trasmesso da una persona infetta, uomo o donna, ad una sana durante il rapporto sessuale. Si può, seppure meno frequentemente, essere contagiati attraverso l’uso comune di asciugamani, indumenti o oggetti. Ciò accade di rado, in considerazione del fatto che il Trichomonas vive poche ore nell’ambiente esterno.

Quali sono i sintomi?

Nell’uomo la parte colpita è l’uretra ( il canale interno al pene) e spesso l’uomo non presenta sintomi. Quando compaiono accusa irritazione interna al pene, leggere perdite e bruciore durante l’eiaculazione e quando urina.

Nella donna invece, il parassita che attecchisce alle pareti vaginali e alle pareti del canale cervicale, provoca quasi sempre una sintomatologia che consiste in:

  • perdite vaginali di colore giallo-verde accompagnate da un odore molto forte e sgradevole
  • dolore nel fare pipì
  • prurito vaginale e irritazione
  • fastidi durante i rapporti sessuali

Come curarla?

Innanzitutto va eseguita una diagnosi medica che richiede un prelievo di liquido vaginale (detto anche tampone vaginale) o di sperma e l’esame di laboratorio. La terapia prevede l’uso di antibiotici. È consigliata la stessa terapia anche al partner. Poiche’ il protozoo vive in ambito uretrale non basta una eventuale terapia locale, ma occorre sempre anche una terapia per via generale.

La forma di prevenzione, come sempre accade in questi frangenti, è l’astensione da rapporti sessuali fino al termine della terapia e comunque dopo consiglio medico.

 

È bene sapere che:

  • una persona infettata senza sintomi può passare l’infezione ad altri, pertanto è consigliato l’uso del profilattico nel caso di partner multipli
  • Nelle gestanti che abbiano contratto l’infezione, il Trichomonas può causare un parto prematuro a causa della rottura delle membrane
  • Una volta guariti non si diventa immuni nei confronti di questo parassita. Si può contrarre l’infezione anche numerose volte
  • Chi è infettato dal Trichomonas è esposto a un aumentato rischio di contrarre il virus dell’HIV durante un rapporto non protetto con persone sieropositive

Per approfondimenti visita anche il sito perlasalutesessuale.it

Share

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.