Sono sempre a dieta, ma…

dieta

Uno degli argomenti di cui si parla di più è il problema del peso e delle misure necessarie per affrontarlo: la dieta e l’attività fisica!

Chi non ha sentito di diete miracolose, che in pochi giorni fanno perdere peso, lasciandoti in una forma smagliante? E si è illuso che potesse funzionare? Ma ogni volta, dopo un primo successo, si torna indietro e spesso con qualche etto o chilo in più!

Dieta, l’importanza di un approccio più ampio

La scelta della dieta e dell’attività fisica non può essere affrontata alla leggera, senza il supporto di professionisti che possano guidare e seguire questo percorso. Ma soprattutto deve essere inserita in un discorso più ampio, che tenga conto del senso che ciascuno dà all’aspetto fisico. Di quanto si ritiene importante la cura di sé. Di quanto questo incide sulla vita relazionale, sull’autostima, sul concetto di sé.
Partendo da un approccio che non si focalizza sul problema, ma lo vede come un aspetto di una visione più ampia, è possibile ottenere buoni risultati.

Dieta, la storia di Giulia

Giulia 23 anni, universitaria fuori sede, sta passando un momento difficile. Il suo ragazzo l’ha lasciata, è quindi delusa e sofferente. Ha difficoltà di affrontare gli ultimi esami. Gli amici non riescono a darle il conforto di cui ha bisogno perché sono prevalentemente amici di lui. Così Giulia ha deciso di prendersi un periodo di stacco e di tornare in famiglia, nella sua cittadina. Purtroppo questa scelta non si è rivelata felice! Le attenzioni e le cure dei suoi familiari, dopo l’iniziale effetto benefico, ha cominciato a trovarle soffocanti ed invadenti. La pigrizia e la noia sono diventate il suo status abituale. Quando è arrivata da me era disperata perche si vedeva grassa e brutta, e abbattuta perché i suoi tentativi di cambiare erano miseramente naufragati.

Abbiamo affrontato questa delusione, prendendola alla larga, riportando l’attenzione di Giulia ai suoi progetti di vita, alle cose che per lei sono importanti, lasciando per un attimo in sospeso i problemi contingenti. Il semplice parlarmi di come intende utilizzare la sua laurea in architettura è stata la molla per riprendere lo studio con impegno e con scadenze molto sfidanti! Intanto una dietologa e un amico che si allena correndo sono diventati i suoi alleati per ritrovare la sua ottimale forma fisica.

E’ riuscita ad allenare la perseveranza nel mantenere gli impegni presi. Pensando che non avrebbe mai potuto arrampicarsi sulle impalcature di antiche chiese o palazzi a seguire quei restauri conservativi a cui mirava, se non avesse avuto un fisico perfettamente in forma!
Il segreto del suo successo  è stato trovare una motivazione forte, in linea con il proprio progetto di realizzazione!

Avete mai provato? Raccontateci le vostre esperienze.

Voto medio utenti

 

Share

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.

Sono sempre a dieta, ma…

dieta

Uno degli argomenti di cui si parla di più è il problema del peso e delle misure necessarie per affrontarlo: la dieta e l’attività fisica!

Chi non ha sentito di diete miracolose, che in pochi giorni fanno perdere peso, lasciandoti in una forma smagliante? E si è illuso che potesse funzionare? Ma ogni volta, dopo un primo successo, si torna indietro e spesso con qualche etto o chilo in più!

Dieta, l’importanza di un approccio più ampio

La scelta della dieta e dell’attività fisica non può essere affrontata alla leggera, senza il supporto di professionisti che possano guidare e seguire questo percorso. Ma soprattutto deve essere inserita in un discorso più ampio, che tenga conto del senso che ciascuno dà all’aspetto fisico. Di quanto si ritiene importante la cura di sé. Di quanto questo incide sulla vita relazionale, sull’autostima, sul concetto di sé.
Partendo da un approccio che non si focalizza sul problema, ma lo vede come un aspetto di una visione più ampia, è possibile ottenere buoni risultati.

Dieta, la storia di Giulia

Giulia 23 anni, universitaria fuori sede, sta passando un momento difficile. Il suo ragazzo l’ha lasciata, è quindi delusa e sofferente. Ha difficoltà di affrontare gli ultimi esami. Gli amici non riescono a darle il conforto di cui ha bisogno perché sono prevalentemente amici di lui. Così Giulia ha deciso di prendersi un periodo di stacco e di tornare in famiglia, nella sua cittadina. Purtroppo questa scelta non si è rivelata felice! Le attenzioni e le cure dei suoi familiari, dopo l’iniziale effetto benefico, ha cominciato a trovarle soffocanti ed invadenti. La pigrizia e la noia sono diventate il suo status abituale. Quando è arrivata da me era disperata perche si vedeva grassa e brutta, e abbattuta perché i suoi tentativi di cambiare erano miseramente naufragati.

Abbiamo affrontato questa delusione, prendendola alla larga, riportando l’attenzione di Giulia ai suoi progetti di vita, alle cose che per lei sono importanti, lasciando per un attimo in sospeso i problemi contingenti. Il semplice parlarmi di come intende utilizzare la sua laurea in architettura è stata la molla per riprendere lo studio con impegno e con scadenze molto sfidanti! Intanto una dietologa e un amico che si allena correndo sono diventati i suoi alleati per ritrovare la sua ottimale forma fisica.

E’ riuscita ad allenare la perseveranza nel mantenere gli impegni presi. Pensando che non avrebbe mai potuto arrampicarsi sulle impalcature di antiche chiese o palazzi a seguire quei restauri conservativi a cui mirava, se non avesse avuto un fisico perfettamente in forma!
Il segreto del suo successo  è stato trovare una motivazione forte, in linea con il proprio progetto di realizzazione!

Avete mai provato? Raccontateci le vostre esperienze.

Voto medio utenti

 

Share

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.