Pillola dimenticata

dimenticanza pillola

Uffa: ho dimenticato di prendere la pillola!

Pillola dimenticata? Qualche volta purtroppo accade di dimenticare di prendere la pillola, per questo infatti molte ragazze ricorrono ad alcuni stratagemmi per ricordarla, dall’allarme sul telefono, alla scatola sul comodino, altre invece passano a contraccettivi settimanali, mensili o annuali per non pensarci più.

Cosa fare quando nei casi di pillola dimenticata?

E’ buona norma consultare il foglietto illustrativo del farmaco, in ogni caso se è assunta entro 12 ore dal solito orario non accade nulla, se si superano le 12 ore si può correre il rischio di una gravidanza indesiderata.

E’ bene ricordare che in questi casi se non si desidera una gravidanza si può assumere la pillola del giorno dopo. L’unico farmaco che può spostare l’ovulazione in avanti di qualche giorno, consentendo così agli spermatozoi di perdere la loro efficacia. La pillola del giorno dopo va assunta il prima possibile entro 12/24 ore dal rapporto che ne ha causato l’assunzione e nella sua composizione più efficace a base di ulipristal acetato, detta anche “pillola dei cinque giorni dopo” si può acquistare direttamente in farmacia o parafarmacia senza ricetta se si è maggiorenni, si tratta infatti di un farmaco SOP (ovvero senza obbligo di prescrizione). Le ragazze minorenni devono avere la ricetta medica non ripetibile.

La formulazione a base di Ulipristal acetato è più efficace perché è in grado di agire anche quanto il processo che conduce all’ovulazione è già iniziato, mentre la vecchia formulazione a base di Levonorgestrel non è in grado di bloccare l’ovulazione quando questa sia già iniziata.

Per sapere subito se, in base al contraccettivo orale usato, si corre un rischio di gravidanza indesiderata, può essere utile consultare il sito appmettiche.it che, in pochi clic, fornisce un responso statistico in base alla tipologia di contraccettivo utilizzato clicca qui per saperne di più.

Share

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.