Contraccezione d’emergenza : Maggiore efficacia e maggiore accessibilità = Meno IVG!


Pillola del giorno dopo

Pillola del giorno dopo e contraccezione d’emergenza: Maggiore efficacia e maggiore accessibilità = Meno IVG!

Da quando la nuova pillola del giorno dopo è stata resa più accessibile (caduto l’obbligo della ricetta medica, che rimane valido per i minorenni), dati alla mano si è verificato un calo significativo del numero delle donne che in Italia ricorre all’interruzione volontaria di gravidanza (IVG). Una buona notizia!

Così come leggiamo sul sito del Ministero della Salute:

È necessaria una prescrizione medica?
Per le pazienti di età pari o superiore a 18 anni i farmaci non sono soggetti a prescrizione medica (SOP=senza obbligo di prescrizione), che resta invece per le pazienti minorenni.

Per la prima volta sono scese sotto i 90mila le interruzioni volontarie di gravidanza nel nostro Paese. (Per un approfondimento si rimanda alla dettagliata relazione del Ministero della Salute

Sull’attuazione della legge contenente norme per la tutela sociale della maternità e per l’interruzione volontaria di gravidanza (Legge 194/78). Un processo iniziato da tempo. Ma che ha avuto una significativa impennata, quando la contraccezione d’emergenza è stata resa accessibile alle donne italiane maggiorenni come farmaco SOP, ovvero Senza Obbligo Prescrizione.

Nessun ostacolo si traduce anche in una maggiore efficacia

La sua maggiore efficacia, combinata alla possibilità di poterla assumere nel più breve tempo possibile (farsi fare la ricetta dal medico di sabato o domenica potrebbe essere un problema…), hanno reso ancora più evidente questa significativa contrazione, circa il 10% in meno di Interruzioni Volontarie di Gravidanza (IVG).

_tabella_calo_ivg_italia_mettiche

C’è anche da segnalare che il tasso di abortività del nostro Paese, continua ad essere fra i più bassi tra quelli dei paesi occidentali e che dal 1983 ad oggi, i numeri sono più che dimezzati.

Ma che cos’è la contraccezione d’emergenza? E in particolare “la pillola dei 5 giorni dopo” come funziona?

Si tratta di contraccettivi che vengono assunti nel caso in cui durante il rapporto sessuale qualche cosa sia andato storto. Ad es. rottura del preservativo. Oppure quando abbiamo dimenticato di prendere la pillola anticoncezionale.

La contraccezione d’emergenza, come Norlevo (pillola del giorno dopo) ed ellaOne (pillola dei 5 giorni dopo), non interrompono la gravidanza, ma la impediscono. Per questa ragione non possono essere considerate pillole abortive.

Ma perché la “pillola dei 5 giorni dopo” è più efficace della “pillola del giorno dopo”?

Val la pena di ricordare che la scienza medica ha reso ancora più efficace la contraccezione d’emergenza. L’ultima generazione di pillola del giorno dopo (ellaOne, il nome commerciale) è ancora più efficace. Perché è in grado di bloccare l’ovulazione anche quando il processo fisiologico che conduce all’ovulazione è già iniziato.

Fonte: Sito istituzionale del Ministero della Salute

Ultimo aggiornamento: 19 dicembre 2016

Voto medio utenti

Share

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.