Oggi il sesso è fluido.

sesso fluido

Etero, omosessuali o bisessuali? La distinzione è superata! Ora si parla di sesso fluido.

Da un recente sondaggio della società di ricerca britannica YouGov è emerso che il 43% dei ragazzi europei e statunitensi non si definisce né completamente eterosessuale, né completamente gay e neppure bisessuale. Qualunque definizione implicherebbe, infatti, una scelta, un’identità. Il nuovo orientamento per gli under 30 è piuttosto il contrario; non avere un’identità, sperimentare di giorno in giorno la propria sessualità. È il sesso fluido.

Si parla anche di pansessualità o polisessualità, ovvero essere attratti dalle persone indipendentemente dal loro sesso e identità di genere. Altre definizioni sono: “gender fluid” cioè chi nel corso della vita si sente ora maschio ora femmina e “no-gender”, ovvero chi non si identifica del tutto.

Sesso fluido, i giovani sono più aperti

I giovani di oggi, nati e cresciuti in una società più incline ad accettare le differenze, sono più aperti mentalmente, non vogliono avere etichette. Si sentono liberi di vivere le proprie relazioni in tutta la loro complessità, di sperimentare la fluidità dell’orientamento sessuale, senza dover fare una scelta spesso sentita come riduttiva.

Se ci pensiamo, questo atteggiamento nei confronti della sessualità fino a qualche decennio fa sarebbe sembrato del tutto rivoluzionario; basti pensare che le persone che avevano relazioni con persone dello stesso sesso, non solo erano sottoposti alla condanna sociale, ma erano previste anche delle condanne penali. Il solo fatto di etichettare una persona come “gay” o “lesbica” significava riconoscerle e renderle visibili a una società che voleva negarle. Oggi per fortuna siamo più liberi di vivere le relazioni senza dover per forza rientrare dentro una categoria. In una società che come il sociologo Zygmunt Bauman definisce sempre più “liquida”, ovvero caratterizzata da incertezza, imprevedibilità e mutevolezza. La sessualità è sempre più fluida, mutevole e priva di confini certi.

Attraverso il sesso fluido i giovani scoprono la propria identità

Il concetto di fluidità non riguarda semplicemente l’andare a letto con un uomo o con una donna, ma l’intera identità sessuale. L’identità non è una condizione immutabile, ma è un processo in continuo divenire. Spesso si verifica un’incoerenza tra ciò che la persona sente di essere e ciò che invece vorrebbe essere; oppure tra ciò che sente di essere e come viene visto da altri. La percezione di questa incoerenza spesso genera un grande disagio. Una concezione fluida dell’identità sessuale permette a ognuno di scoprire liberamente la propria identità; senza la necessità di collocarsi esattamente all’interno di etichette o categorie pre-esistenti.

Sesso fluido, molte star si definiscono “fluide”.

Sul fronte della sessualità fluida si sono schierati molte star, soprattutto donne (gli uomini sono più restii ad ammetterlo). L’attrice Kristen Stewart, la Bella di Twilight, ha recentemente dichiarato: “Penso che tra tre o quattro anni ci saranno molte più persone che non riterranno necessario capire se sei gay o etero. Sarà: fai quello che va bene per te”. Mentre la popstar Miley Cirus ha detto: “Mi va di fare a letto qualsiasi cosa con chiunque di qualunque sesso e orientamento, basta che siano atti consenzienti”. Si sono definite pubblicamente “fluide” anche Cara Delevingne e Lindsay Lohan, che hanno alternato negli anni fidanzate e fidanzati.

 

Voto medio utenti

Share

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.