La pillola è cambiata. E tu, che contraccettivo usi?

la nuova pillola del giorno dopo

Mirena, Zoely, Sesonique, Enciela ed ellaOne: La contraccezione per la Generazione Y

la nuova pillola del giorno dopo e la contraccezione 3.0: ovvero la spirale progestinica, la pillola con gli estrogeni naturali, la pillola stagionale e il cerotto trasparente.

 Se pensiamo che nell’antico Egitto le donne usavano lo sterco di coccodrillo per realizzare ovuli vaginali “casalinghi” ad azione anticoncezionale e che nell’antica Grecia, per la stessa ragione, le donne bevevano l’acqua di lavorazione dei fabbri, alle nostre mamme è andata bene se negli anni 50’ era la Coca-Cola ad essere usata per la sua presunta azione spermicida.

Ma anche meglio è andata alla generazione dei Millennials, la cosiddetta Generazione Y. Quella con i nati dopo il 1992. Oggi, infatti, i contraccettivi ormonali (come le nuove pillole contraccettive, la spirale progestinica, etc.), così come la contraccezione d’emergenza (la nuova pillola del giorno dopo), hanno fatto passi da gigante, raggiungendo un alto livello di tollerabilità e facilità di utilizzo. In risposta alle sempre più alle aspettative delle donne di oggi. E allora siamo andati a chiedere alle giovani quali sono contraccettivi che si usano oggiQui di seguito le loro storie.

Francesca, 25 anni, usa Mirena, la spirale di nuova generazione

Perché hai scelto la spirale Mirena?

E’ semplice! Sono molto distratta (ride); e nonostante le abbia provate tutte, compresa un’app scaricata dal web, continuo a scordarmi di tutto: dalle chiavi di casa, al cellulare. Mirena mi ha convinta per questa ragione.

E poi anche perché non influisce in nessun modo sull’ovulazione, che continua a verificarsi, nonostante la perfetta copertura anticoncezionale.

E’ stato difficile inserirla?

Dopo la visita e le analisi che mi ha prescritto il medico, è stato il mio ginecologo ad inserirla.

La uso ormai da 3 anni. E mi piace l’idea che ho altri 2 anni di copertura assicurata.

Giusto in tempo per arrivare ai fatidici 30…

Infatti. Io adesso ho 28 anni e mi piace immaginarmi mamma intorno ai 30. Con Mirena è possibile. Visto che una volta tolta si torna feconde dal ciclo successivo.

E il tuo fidanzato che dice?

Ecco, diciamo che devo decidermi a parlargliene…

Come agisce Mirena

Mirena è una spirale a base di progesterone (levonorgestrel). Rilascia in modo costante piccole dosi di questo ormone proprio li dove ce n’è più bisogno, nella cavità uterina. Ed è proprio qui che viene inserita. Questo garantisce al ciclo ormonale naturale di rimanere pressoché inalterato.

La spirale Mirena rende il muco cervicale più denso e questo impedisce agli spermatozoi di penetrare nell’utero. Inoltre inibisce la funzionalità degli spermatozoi e riduce la crescita della mucosa uterina che così non permetterà alla cellula uovo di annidarsi.

Generalmente viene indicata alle donne che hanno già avuto figli (Fonte: http://www.mirena-us.com/). Nel caso in cui lo si voglia impiantare dopo un parto dovranno trascorrere prima 6 settimane.

Mirena è controindicata per le donne con ipersensibilità al principio attivo, malattia infiammatoria pelvica, epatopatie acute o tumori epatici.

Martina, 23 anni, usa Zoely, la pillola al “naturale”

Ciao Martina, come mai hai scelto Zoely?

Tutti dicono che sono un tipo “naturale”. E in effetti è vero. Mi piace mangiare tutti i giorni frutta e verdura. La carne non più di una volta la settimana. Mi piace bere i mitici 2 litri di acqua al giorno. Faccio una regolare attività fisica. Ma ho anche un fidanzato… (ride).

Ho scoperto Zoely grazie alla mia ginecologa, che mi ha detto una cosa che mi è rimasta impressa: gli ormoni di Zoely sono simili a quelli che produco naturalmente. E quel punto ho pensato: “Trovata!”.

Da quanto tempo la usi e come ti trovi?

La uso da 8 mesi e sì, posso dire che siamo perfettamente compatibili! In ogni caso prima di iniziare ho dovuto fare tutte le analisi di rito che mi ha prescritto la mia ginecologa perché “naturale” non vuol dire necessariamente che faccia bene.

Come le altre pillole anticoncezionali Zoely blocca l’ovulazione. Ma visto che è a base di estrogeni naturali i tipici effetti collaterali a carico del fegato, della circolazione, etc. sono ridotti al minimo. Sono soddisfatta!

Come agisce Zoely

Si tratta di un contraccettivo orale, monobasico a base di estrogeni naturali. Due ormoni, un estrogeno, l’estradiolo, identico a quello prodotto dalle ovaie durante il ciclo (17 ß-estradiolo), e un progestinico, nomegestrolo acetato, usato già in farmaci per la protezione dell’endometrio in menopausa e per diminuire i disturbi del ciclo in età fertile.

In una confezione ci sono 28 pillole, una per ogni giorno, da prendere alla stessa ora: 24 bianche, con gli ormoni, e quattro pillole placebo, di colore giallo, che non contengono principi attivi.

La prima pillola va presa il primo giorno di ciclo. Terminata la prima confezione si inizia senza interruzione quella successiva. Il sanguinolento che si verifica durante questi 4 giorni e l’inizio della nuova confezione dura 2,3 giorni. Si prosegue così seguendo lo schema di assunzione “24/4”.

E’ sconsigliata a tutte le donne con rischio di coaguli o trombosi venosa.

Irene, 21 anni, usa Seasonique – La pillola “stagionale” o a regime esteso

Ciao Irene. Perché hai scelto Seasonique per la tua copertura anticoncezionale?

Ho 24 anni. E la mia vita affettiva è un po’… sì, insomma, ballerina (ride). Una mia amica aveva iniziato a prendere Seasonique e si trovava bene. Così ne ho parlato con il mio ginecologo. La cosa che di Seasonique mi è piaciuta subito è il fatto che è pensata per le mie abitudini affettive, che sono “stagionali”. Le mie amiche sono fidanzate tutte da non meno di 2 anni. Io invece, anche perché ho un caratteraccio, non supero lo scoglio dei 3 mesi. Ma questo non vuol dire che io debba rinunciare ad un anticoncezionale, magari accoppiato anche ad un preservativo :-). Giusto? Così ho fatto le analisi e tutto il resto ed ho iniziato ad usarla il mese scorso.

Ci puoi spiegare come funziona?

Seasonique è una pillola cosiddetta “stagionale”. Si prende ogni giorno per 91 giorni consecutivi (io per ricordarmi la prendo sempre alla stessa ora) e mi piace dire che dura come le vacanze estive: dai primi giugno a fine agosto. Ma la cosa più la cosa bella è che la puoi prendere sempre.

E come ti trovi?

Benissimo. I vantaggi poi vanno oltre la copertura anticoncezionale (che arriva al 99%). Se la prendi per tutto anno, hai solo 4 mestruazioni all’anno. Ci pensi? Per di più programmate.  Stop anemia, stop carenza di ferro. Per non parlare del fastidio degli assorbenti…e del fatto che “loro” arrivano ogni volta che decidi di partire…

Come agisce Seasonique

Seasonique appartiene ai contraccettivi orali combinati, COC, a bassa dose.

In realtà per 84 giorni prenderete una compressa rosa, che contiene 150 microgrammi di levonorgestrel (LGN, un progestinico noto per inibire l’ovulazione), e 30 microgrammi di etinilestradiolo. Per i rimanenti 7 giorni invece la compressa è quella bianca e contiene 10 microgrammi di etinilestradiolo (EE), un estrogeno che assicura il controllo sulla soppressione dei follicoli ovarici e fornisce stabilità all’endometrio. Il sanguinamento da sospensione avverrà durante questi 7 giorni. L’intero ciclo inizia come per la pillola standard, ovvero la prima pillola va presa il primo giorno delle mestruazioni.

Anche in questo caso, prima dell’assunzione va fatta la visita medica/ginecologica.

Luana, 25 anni usa Enciela – il cerotto transdermico, anticoncezionale

Luana raccontaci perché hai scelto il cerotto?

Adoro il cerotto anticoncezionale! E’ così discreto… una volta indossato te lo scordi per 21 giorni! Ma anche perché, lo confesso, mi fa sentire un po’ bionica. Quasi invincibile (ride). E’ poi è glamour: rotondo, ricoperto da un rivestimento trasparente quadrato. Ma soprattutto non si nota (è grande, si fa per dire, 10 cm2…). E poi mi sono sempre piaciute le novità (ndr. Enciela, il cerotto anticoncezionale, è disponibile in Italia solo dall’inizio del 2016).

Ci puoi dire come si usa?

E’ semplice! Il cerotto transdermico Enciela va applicato sulla pelle (io alle volte lo metto sulla pancia, altre sui glutei, oppure sul braccio), ovunque, ma non sul seno. E lì si lascia per 3 settimane consecutive. Come per la pillola anticoncezionale si parte con il primo giorno di ciclo. Poi passati questi  21 giorni si toglie per 7 giorni. E anche in questo caso, come per la pillola, in questi giorni dovrebbe verificarsi l’emorragia da sospensione.

E poi, una volta trascorsa questa settimana, si “indossa” un nuovo cerotto. Meglio se in un’altra posizione.

Le nostre lettrici si staranno sicuramente domandando come fai nel periodo estivo, tra mare, docce creme…?

Il cerotto aderisce molto bene, quindi si può fare sia la doccia che il bagno. Un po’ di attenzione in caso di creme, olii,, lozioni, soprattutto quando arriva il periodo estivo, ma nulla di impossibile da gestire con un po’ di attenzione. Altra cosa. Nessun problema neanche per i raggi UV: il cerotto Enciela è resistente alla luce solare e quindi non dovete coprirlo con i vestiti.

Avvertenze su Enciela

Il posizionamento del cerotto sulla pelle deve seguire alcune precauzioni:

– Non va posizionato sul seno

– La pelle deve essere asciutta, non arrossata e neanche irritata

– La pelle deve essere pulita e priva di peli

– Meglio scegliere una parte del corpo lontana da oggetti, come cinture, che possono provocare sfregamenti.

Per chiudere questa carrellata sui metodi anticoncezionali, ci sembrava giusto fare un cenno anche a ellaOne: la nuova pillola del giorno dopo.

Parliamo di EllaOne – La nuova pillola del giorno dopo, detta anche “Pillola dei 5 giorni dopo”.

EllaOne si trova in farmacia o parafarmacia e da maggio 2015 è possibile acquistarla senza bisogno di ricetta medica. Si tratta infatti di un farmaco SOP (glossario) (Senza Obbligo di Prescrizione, medica), paragonabile quindi ad un farmaco da automedicazione.

Per l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’ulipristal acetato, che è alla base de la nuova pillola del giorno dopo, ha una efficacia contraccettiva assoluta del 98% e funziona anche se l’ovulazione è già in atto, mentre la vecchia formulazione che è efficace solo dal 54% al 94% perché è inefficace se l’ovulazione è già in corso.

EllaOne, quindi, è chiamata anche “la nuova pillola del giorno dopo” o “la pillola del giorno dopo più efficace”, o “pillola dei 5 giorni dopo”.

Il fatto che non ci sia bisogno di ricetta accorcia i tempi di assunzione, con la conseguenza di aumentare la sua efficacia perché prima si prende meglio è! La nuova pillola del giorno dopo agisce spostando l’ovulazione in avanti, e così facendo diminuisce il rischio che l’ovulo incontri lo spermatozoo.

E’ importante ricordare che bisogna essere maggiorenni. Se minorenni invece c’è bisogno della ricetta medica non ripetibile che può essere prescritta da qualunque medico, non necessariamente ginecologo/a.

Voto medio utenti 

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.