Il sesso orale è sempre sesso?

Sesso_orale

Gli Stati Uniti sono il paese al mondo che ha sdoganato il sesso orale dal fare sesso. Il 17 Agosto 1998 l’allora Presidente degli Stati Uniti d’America, Billy Clinton diceva, nei 252 minuti di interrogatorio davanti al mondo intero che gli chiedeva dei suoi rapporti intimi con Monica Lewinsky, di essere stato in intimità con lei ma non di aver fatto sesso.

Alla domanda specifica: Lei ha avuto rapporti sessuali con la signorina Monica Lewinsky?, il Presidente rispondeva: “ Non ho avuto rapporti sessuali con questa donna”. In questo modo si apriva il sex gate.
La prova che vi erano stati rapporti di sesso orale nella Sala Ovale della Casa Bianca tra il Presidente Clinton e la sua stagista era rappresentata da alcune registrazioni telefoniche ma soprattutto dalle tracce di liquido seminale appartenente al DNA del Presidente su un vestito della Lewinsky.
Per sesso orale si intende la stimolazione del proprio organo genitale da parte di un o di una partner usando le labbra, la bocca, la lingua.
È quindi un rapporto intimo sessuale anche se non coinvolge i genitali di entrambi membri della coppia, e può essere il veicolo, allo stesso modo dei rapporti penetrativi, di trasmissione di malattie sessuali.
È spesso utilizzato dagli adolescenti come riportano alcune ricerche americane e italiane, al fine di evitare il coito vaginale e questo per paura della gravidanza, per paura di perdere la verginità, per vivere un rapporto intimo sessuale più superficiale.
Il coito orale è frequentemente praticato dalle coppie omosessuali (sia maschi che femmine).
Gli eterosessuali e gli omosessuali lo utilizzano quando il luogo o la situazione non permette un rapporto sessuale di tipo penetrativo.
In una coppia eterosessuale può rappresentare una variante da usarsi da sola o precedente o seguente al rapporto sessuale genitale. Anche gli omosessuali utilizzano il coito orale associandolo alla pratica del coito anale. La “fellatio” (quando il pene viene baciato e stimolato oralmente) e il “cunnilingus” (quando è la clitoride fino alla vagina ad essere baciata e stimolata con la lingua), possono essere praticate sia contemporaneamente che alternativamente fino a raggiungere l’ orgasmo.
L’iniziazione sessuale nei giovani spesso comincia con il sesso orale, e spesso gli adolescenti sottovalutano il rischio di contagio delle malattie sessualmente trasmesse, rischio che potrebbe essere evitato con l’utilizzo del profilattico e di una accurata igiene orale e intima, specie prima e dopo un incontro intimo e soprattutto negli incontri occasionali.
Per praticare sesso orale sicuro anche nel cunnilingus bisognerebbe usare un profilattico al femminile, il Dental Dam (in realtà poco noto e utilizzato) ,che consiste in una pellicola di lattice da frapporre tra la
bocca e i genitali in modo da evitare il contatto diretto fra le due parti.
Sarebbe opportuno proteggersi da eventuali malattie a trasmissione sessuale anche durante l’ Anilingus ovvero la stimolazione dell’ano attraverso la lingua.
Il coito orale quando viene richiesto in modo esclusivo come unica forma di attività sessuale, può rappresentare soprattutto se è l’uomo a chiederlo ad una donna, una difficoltà ad impegnarsi in una relazione di coppia più importante, e/o anche per soddisfare in modo egoistico il proprio piacere sessuale senza occuparsi del piacere della partner.
In ogni caso il coito orale è un atto molto intimo tra due persone, bisogna sentirsi pronti ad ogni età a vivere questa esperienza senza considerarla una tappa o una variante obbligatoria della attività sessuale.
Sarebbe preferibile associare ad una educazione sessuale l’idea che il piacere sessuale, in una relazione a due, è un ingrediente importante al pari di una dimensione affettiva ed emozionale.

Dott.ssa Patrizia Pezzella
Psicologa e Sessuologa

 

 

Share

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.