Identità sessuali, sempre più numerose e in continua evoluzione

Pansessuali, demissuali, skoliosexual. Oggi le identità sessuali sono sempre più sfaccettate e si evolvono con i cambiamenti della cultura e della società.

identità sessualiCresce sempre di più il numero delle persone che non si identificano nelle pre-determinate etichette “eterosessuale”,  “omosessuale” o “bisessuale”. L’identità sessuale oggi è, inoltre, concepita come qualcosa di fluido, in continuo divenire.

Non è un caso che chi apre un profilo Facebook negli USA oggi possa scegliere per autodefinirsi, oltre che “maschio” o “femmina”, tra altre 56 diverse identità sessuali.

Stessa possibilità è data sulla famosa app di appuntamenti Tinder, nella quale si può scegliere tra 35 diversi possibili generi sessuali.

Quali sono dunque le nuove identità sessuali?

I pansessuali.

Sono persone che hanno una forma d’amore “completo” che prescinde dall’identità di genere o dal sesso biologico. Possono dunque sentire attrazione sessuale per chiunque.

Tra le nuove identità sessuali ci sono i demisessuali.

I demisessuali provano un’attrazione sessuale (sia per lo stesso sesso sia per il sesso opposto) e arrivano al sesso esclusivamente dopo aver istaurato un legame affettivo ed emozionale.

Gli asessuali.

Non provano alcuna attrazione fisica, né per un uomo né per una donna. La mancanza di rapporti sessuali non esclude, però, l’affettività. Gli asessuali riescono a istaurare relazioni affettive durature con persone che, come loro, non sono interessate ad avere una vita sessuale. Secondo le stime il 3% della popolazione mondiale sarebbe asessuale.

I greysexual.

Sono persone che potrebbero definirsi asessuali, ma che, in determinate circostanze, possono manifestare desiderio sessuale. La loro passione è dunque “occasionale”.

Tra le identità sessuali definite solo di recente vi è quella degli skoliosexual.

Gli skoliosexual (dal greco “skolio”, strano) tendono ad avere un aspetto privo di elementi che possano classificarli nell’uno o nell’altro sesso, come il seno o la barba, perché non vogliono che l’identificazione della loro sessualità pregiudichi l’espressione della loro identità. Provano attrazione nei confronti di persone che, a loro volta, non si riconoscono nella comune divisione sessuale maschio/femmina.

I lithromantici.

Sono persone che provano un’attrazione romantica verso qualcun altro, che può essere del sesso opposto o dello stesso sesso. Ai lithromantici, però, non interessa che il loro sentimento venga corrisposto. Quando riescono a trasformare il rapporto in una relazione vera e propria, l’attrazione tende a scomparire.

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 16 maggio 2018

Voto Medio Utenti (4.7/5)