Contraccezione: domande e risposte

In questa area abbiamo raccolto le domande e le risposte più frequenti sulla contraccezione. Se hai una domanda, cerca qui la tua risposta, altrimenti scrivi al prof. Emilio Arisi.

  • Ho fatto l’amore con il mio ragazzo usando il preservativo, ma al momento di uscire si è sfilato ed è uscito un po’ di liquido. Il ciclo è finto ieri. Sono a rischio di gravidanza?
    Il rischio di gravidanza non è elevatissimo, ma non puoi sapere quando hai avuto l’ovulazione e lo sperma rimane vitale fino a 5 giorni. Per tranquillità puoi assumere la contraccezione d’emergenza o pillola del giorno dopo, che è disponibile in farmacia senza ricetta medica. Ricordati per il futuro che il preservativo va tenuto fermo alla base del pene quando esce dalla vagina per evitare che si sfili.
    – si hanno rapporti sessuali senza uso di contraccettivo
    – ci si è dimenticate di assumere correttamente la pillola;
    – si è state malate e si sono assunti alcuni medicinali che possono alterare l’efficacia della pillola e degli altri contraccettivi ormonali come cerotto, anello e impianto
    – si è avuto vomito e diarrea a distanza di poche ore dall’assunzione della pillola
    – il profilattico è stato indossato a rapporto già iniziato, oppure si è rotto, si è sfilato o è stato rimosso;
    – si teme che l’anello sia stato espulso;
    – si teme che il metodo del coito interrotto o un metodo tra quelli cosiddetti naturali non abbia funzionato
    – il cerotto si è staccato e non si sa quando.
    In tutti questi casi, se non si desidera una gravidanza, è opportuno assumere la contraccezione d’emergenza o pillola del giorno dopo, che, nella sua formulazione più efficace, è disponibile in farmacia senza obbligo di ricetta medica, in tutta Europa, Italia compresa.
  • La pillola fa ingrassare?
    In genere no. Se hai un aumento di peso, domandati se è cambiata la tua alimentazione, o se fai meno sport di prima. Parlane comunque col tuo medico: in una minoranza di casi potrebbe essere questione di dosaggio o di tipo di ormoni. Una prescrizione “personalizzata” e uno stile di vita sano in genere risolvono il problema.
  • Vorrei sapere se la pillola è più sicura del preservativo.
    Se parliamo di sicurezza contraccettiva sì, nel caso in cui la pillola sia presa regolarmente. Se parliamo di prevenzione delle malattie, il preservativo è ora l’unico contraccettivo che riduce il rischio di malattie sessualmente trasmesse.
  • Come faccio a sapere qual è la pillola più giusta per me?
    Vai da un ginecologo. La pillola dovrebbe essere scelta “su misura”, nel senso che il ginecologo dovrebbe cercare il tipo più adatto alla singola donna.
  • È possibile continuare la pillola per anni senza sospenderla?
    Certo, è consigliabile assumerla continuativamente per tutto il periodo per cui si vuole fare contraccezione. È sufficiente fare, una volta all’anno, un controllo ginecologico, e il Pap test.
  • Fra qualche mese mi sposo e facendo i calcoli credo che avrò il ciclo proprio quel giorno. Prendo la pillola, c’è modo per posticipare le mestruazioni di qualche giorno?
    Si deve continuare ad assumere la pillola senza interromperla, aggiungendo uno o più blister o parti di esso fino al giorno in cui si vuole posticipare l’inizio del flusso mestruale.
  • Ho dimenticato di prendere la pillola per un giorno, posso restare incinta?
    Il rischio di gravidanza è molto basso, ma quando ci si dimentica la pillola anche per un solo giorno, è bene prenderla subito appena ci si ricorda, ma sempre entro 12 ore dall’ora in cui si assume normalmente. Se non si è sicuri o se sono passate più di 12 ore di ritardo, è opportuno usare anche un altro metodo contraccettivo, come il preservativo, nei giorni successivi fino al termine della confezione. Per maggiore tranquillità, quando capita di dimenticarsi di prendere la pillola, è sempre meglio controllare sul foglietto illustrativo e nel dubbio puoi assumere la contraccezione d’emergenza o pillola del giorno dopo, che è disponibile in farmacia senza ricetta medica.
  • Dopo tanti anni di pillola e una gravidanza ho messo la spirale. Ha qualche effetto collaterale a parte il ciclo più lungo e più doloroso?La spirale è un ottimo metodo contraccettivo. Basta sottoporsi a visite periodiche e null’altro. Va inoltre ricordato che solo la spirale con il rame allunga il ciclo e talvolta lo rende più doloroso. Per contro la spirale al levonorgestrel riduce solitamente la durata del ciclo ed il dolore che lo può accompagnare.
  • Da mesi utilizzo l’anello vaginale. Lo scorso mese ho sofferto di un’infezione intestinale e così ho dovuto prendere un antibiotico. Ho avuto rapporti con il mio ragazzo, continuando solo a servirmi dell’anello come anticoncezionale. Potrei essere incinta?
    Durante la terapia antibiotica è consigliato utilizzare contraccettivi di barriera (preservativo) perché l’efficacia della contraccezione ormonale viene compromessa.
  • Una mia amica mi ha parlato dell’anello contraccettivo. Cos’è?
    Si tratta di un contraccettivo ormonale a forma di anello, che va inserito, direttamente dalla donna, nella vagina tra i 1° e il 5° giorno del ciclo mestruale e vi rimane per 3 settimane. Al termine della terza settimana l’anello deve essere rimosso e dopo una pausa di 7 giorni, in cui torna il flusso mestruale, si deve inserire un nuovo anello.
  • La pillola riduce la fertilità?
    Assolutamente no. Anzi, la protegge. La pillola,infatti,riduce la comparsa di cisti ovariche, di fibromi uterini e di alcune infezioni dell’apparato genitale più interno (utero e tube), che rappresentano le cause più frequenti di infertilità femminile.
  • Quest’estate al mare ho visto uscire dal costume di alcune ragazze, più grandi, un cerotto. Mi hanno detto che è un contraccettivo. Come funziona ?
    Il cerotto è un contraccettivo ormonale transdermico a rilascio giornaliero, che va applicato ogni 7 giorni per 3 settimane consecutive. Al termine della terza settimana si fa una pausa di 7 giorni, in cui torna il flusso mestruale, e poi si applicherà un nuovo cerotto e si ricomincia il ciclo. Blocca l’ovulazione, come la pillola per via orale o come l’anello.
  • Prendo la pillola da alcuni mesi, ho un’influenza intestinale con vomito, cosa devo fare?
    Se il vomito avviene dopo più di tre ore dall’assunzione, in genere non ci sono problemi. Se avviene prima di tre ore, è opportuno riprendere la pillola corrispondente a quella già presa perché potrebbe non essere stata assorbita. In questo modo non dovrebbero esserci problemi. Per maggiore tranquillità, quando capita di dimenticarsi di prendere la pillola, è sempre meglio controllare sul foglietto illustrativo e nel dubbio puoi assumere la contraccezione d’emergenza o pillola del giorno dopo, che è disponibile in farmacia senza ricetta medica.
  • Sento sempre parlare di periodo fertile dalle mie amiche più grandi. Vorrei capire esattamente cosa vuol dire.
    Il periodo fertile comprende i giorni vicini all’ovulazione e sono quelli in cui la donna è feconda. Poiché non è possibile stabilire con certezza quali siano i giorni fertili di una donna e gli spermatozoi vivono per ben 5 giorni all’interno dei genitali femminili, è bene usare un contraccettivo, se non si desidera una gravidanza.
  • Ho avuto un rapporto subito dopo il ciclo, senza usare nessun contraccettivo. Mia sorella mi ha detto che devo preoccuparmi. Ma io ho sempre saputo che è impossibile in questo caso restare incinta. È vero?
    No, non è vero: in teoria, se si ha un ciclo preciso e regolare di 28 giorni, l’ovulazione avviene il 14° giorno del ciclo e la mestruazione appare al 28°. Invece in un ciclo di 30 giorni è il 16° giorno; in un ciclo di 26 giorni è il 12° giorno. Ma questa è solo teoria. In pratica i fattori che possono incidere sull’ovulazione sono molti, per cui è meglio farti prescrivere dal proprio medico un contraccettivo adatto alle tue esigenze .La prossima volta non rischiare!
  • Ho avuto rapporti con il mio ragazzo durante il ciclo. Senza preservativo! C’è il rischio che si possa rimanere incinta?
    Avere rapporti sessuali durante le mestruazioni non garantisce dal rischio di gravidanza, perché gli spermatozoi all’interno dei genitali femminili sono ancora vitali dopo 5 giorni dal rapporto . Il rischio di gravidanza durante il ciclo mestruale è molto basso, ma non è pari a zero, perché in alcuni casi l’ovulazione può essere anticipata, avvenire durante il flusso mestruale o immediatamente dopo.
  • Io e il mio ragazzo abbiamo avuto difficoltà con il preservativo, era la prima volta che lui lo usava e si lamentava che era troppo stretto e che non sentiva nulla. Cosa possiamo fare per risolvere questo problema?
    Esistono diverse marche di preservativo e diverse misure. Consiglia al tuo ragazzo di parlarne con il suo medico o con il farmacista per farsi consigliare. Se il tuo ragazzo ti rispetta deve trovare una soluzione, perché il preservativo protegge anche dalle malattie sessualmente trasmesse.
  • Ieri ho avuto un rapporto con il mio ragazzo . La sera verso le 20,30 ho preso come sempre la mia pillola contraccettiva, ma la mattina presto ho avuto un episodio di vomito. C’è il rischio di una gravidanza?
    No, se sono passate almeno 3-4 ore dall’assunzione della pillola l’effetto contraccettivo on viene ridotto dal vomito.
  • Quali sono i rapporti a rischio di gravidanza indesiderata? Non sono sicura di avere le idee chiare!
    I rapporti sessuali sono a rischio di gravidanza indesiderata quando:
  • Mi piace fare sesso in acqua: mare, piscina, vasca da bagno… Si può rimanere incinta in acqua?
    Certamente! Anche in acqua bisogna utilizzare i metodi contraccettivi.
  • In quale momento del rapporto bisogna mettere il preservativo?
    Il preservativo è l’unico contraccettivo che protegge dalle gravidanze indesiderate e contemporaneamente anche dalle malattie sessualmente trasmesse, e va indossato prima del rapporto sessuale sul pene già eretto.
  • Il ciclo subisce degli squilibri durante l’assunzione della pillola?
    No. Anzi, la si consiglia anche per correggere irregolarità del ciclo, disturbi premestruali o ciclo molto doloroso.
  • Salve io assumo la pillola da qualche anno senza problemi… ho avuto il ciclo ma poi ho dimenticato di iniziare il nuovo blister e ho notato di avere delle perdite di sangue… può essere dovuto alla dimenticanza?
    Sì certo. Mi raccomando fino all’inizio della prossima confezione utilizza il preservativo.
  • Dove si comprano le pillole senza ricetta medica e senza un adulto?
    Qualsiasi farmaco si compra in farmacia presentando ricetta medica (tranne quelli “da banco”), lo stesso vale per le pillole. Per avere la prescrizione basta rivolgersi al consultorio più vicino. Anche su internet si può trovare l’indirizzo del consultorio della tua città o sul territorio della provincia più vicino al proprio paese. L’unico contraccettivo disponibile in farmacia senza ricetta è un contraccettivo d’emergenza o pillola del giorno dopo, ma devi essere maggiorenne, altrimenti occorre la ricetta.
  • Il coito interrotto è un metodo contraccettivo sicuro? Il mio ragazzo vuole fare cosi!
    Il coito interrotto non può essere considerato un metodo contraccettivo ed ha una bassa efficacia. Non solo richiede un grande autocontrollo da parte del partner, ma il rischio che durante il rapporto ci sia stato comunque delle perdite di liquido seminale con spermatozoi è molto elevato. Infatti, mediamente il 20/30% delle coppie che usano questo sistema possono avere una gravidanza indesiderata.
  • È vero che i preservativi alla frutta sono pericolosi nel sesso tradizionale ovvero con penetrazione? Che rischi si corrono?
    I preservativi aromatizzati sono stati pensati per essere utilizzati nei rapporti orali. L’utilizzo del preservativo durante il rapporto orale è importante perché, anche con i rapporti orali, si possono contrarre malattie a trasmissione sessuale. Per il rapporto a penetrazione vaginale è preferibile utilizzare il preservativo tradizionale.
  • Che cos’è il metodo della temperatura corporea basale?
    È un metodo contraccettivo naturale, che si basa sul rilievo quotidiano della temperatura vaginale. Il rilievo viene eseguito con un normale termometro e consente di individuare le variazioni della propria temperatura di base nell’arco del ciclo mestruale. Il metodo si basa sul fatto che la temperatura basale (TB) del corpo femminile presenta un lieve rialzo termico (+ 0.2-0.5 °C) dopo 1-2 giorni dall’ovulazione, grazie allo stimolo dell’ormone progesterone. La temperatura si misura, al mattino, appena sveglie, prima di svolgere qualsiasi attività, in situazione tranquilla, preferibilmente prima delle 8.00. Il valore della temperatura va registrato su un diagramma mensile particolare che in genere si trova nella confezione del termometro e serve a costruire un grafico mensile personalizzato. Questo metodo è piuttosto impegnativo, implica un periodo di rodaggio per imparare le numerose regole di base per il rilievo della temperatura basale ed e’ poco affidabile come contraccettivo.
  • Cos’è il metodo del muco cervicale? E’ vero che si tratta di un metodo contraccettivo?.
    È un metodo contraccettivo naturale che si basa sull’identificazione del periodo fertile attraverso l’osservazione di perdite di muco. Viene anche chiamato metodo di Billings, dal cognome del neurologo australiano John Billings che, insieme alla moglie Evelin e – contemporaneamente – al medico austriaco Josef Rötzer, furono tra i primi scienziati a mettere a punto il metodo negli anni ’60. Il metodo, che è piuttosto impegnativo, prevede l’accurata osservazione del muco cervicale, più volte al giorno, con l’aiuto di rigorose regole standardizzate, e la costruzione di un grafico che consenta di individuare, ogni mese, l’ovulazione e il relativo periodo di fertilità. Attenzione è un sistema molto complesso e poco affidabile come contraccettivo.
  • Vorremmo usare il preservativo per stare tranquilli, ma il mio ragazzo vuole sapere se può diminuire il piacere.
    Le persone che provano meno piacere nel rapporto con l’utilizzo del preservativo solitamente non amano questo contraccettivo e quindi il suo utilizzo li porta a sentire meno piacere. Ma si tratta di un fatto mentale, non fisico!
  • Ma la pillola è efficace anche con il coito diretto dentro la vagina o bisogna interrompere appena prima perché sia efficace?
    Con la pillola si può avere un rapporto completo senza limiti alla quantità di sperma. Questo anticoncezionale blocca l’ovulazione agendo sui livelli ormonali e dunque non agisce sulla quantità di concentrazione spermatica. Se usata con regolarità previene la gravidanza indesiderata con un’efficacia del 98-99%.
  • Prendo la pillola e non ho voglia ultimamente di avere rapporti. Può la pillola ridurre il desiderio di fare l’amore?
    Solo in casi rarissimi. Lo lascia invariato per il 70% di donne, e lo aumenta, anche di molto, per il 20% circa. Perché queste differenze? Perché in un comportamento così complesso e ricco di emozioni e di amore, il desiderio varia più per le motivazioni che ci inducono a far l’amore e a usare (o no) un contraccettivo, che non per l’effetto della pillola.
  • Ciao sono minorenne, posso prendere la pillola o serve il consenso dei genitori?
    Non serve essere maggiorenni per prendere la pillola: i consultori familiari o un ginecologo di fiducia possono prescriverla dopo un attento esame obiettivo ginecologico e alcune analisi se necessarie.
  • Vorrei chiederle un consiglio per quando riguarda la contraccezione. Io ed il mio ragazzo stiamo insieme da sei mesi, io ho 18 anni e lui 23, ed entrambi vorremmo fare un passo avanti nella nostra storia, sarebbe la prima volta per entrambi. Cosa potremmo fare per stare più sicuri, il preservativo, usato correttamente, può bastare? È facile usarlo correttamente?
    All’inizio fare pratica con il preservativo è un’ottima idea. Usato in maniera corretta offre un’elevata protezione. Va usato dall’inizio del rapporto. L’ideale sarebbe utilizzarlo insieme alla pillola in modo da rendere il tutto più sicuro e far sì che possiate iniziare ad avere i primi rapporti in modo più sereno.
  • Come è fatto un preservativo? Non l’ho mai visto!
    È formato da una sottile guaina di lattice di gomma o di materiale plastico, che riveste il pene in erezione. Sulla punta ha un piccolo serbatoio che raccoglie lo sperma, impedendone l’entrata in vagina. Protegge dalle gravidanze indesiderate e soprattutto, dalle malattie sessualmente trasmesse (MST). Viene anche chiamato condom. Non va mai riutilizzato.
  • La spirale è dolorosa?
    La spirale è un contraccettivo che s’inserisce all’interno dell’utero. L’inserimento, che deve essere fatto dal ginecologo, può essere talvolta doloroso, ma una volta inserita la spirale non deve dare fastidio, né dolore. In caso contrario è bene contattare il proprio ginecologo in quanto il dolore può essere un segnale da parte dell’utero che la spirale “non è gradita” e pertanto potrebbe essere in atto un tentativo di espulsione.
  • Sono allergica al lattice… Vorrei avere un rapporto con un ragazzo, ma non voglio correre rischi. Aiuto come posso fare?
    Esistono i preservativi in poliuretano, che è uno speciale materiale sintetico con uno spessore minimo e una grande resistenza. Portali con te!!!
  • Il mio ragazzo non vuole usare il preservativo quando facciamo l’amore. Dice che interrompe il “momento magico”. Cosa possiamo fare?
    Potreste considerare il suo utilizzo come un gioco che vi rende complici e che permette di vivere il piacere del momento, senza correre rischi inutili relativi ad una malattia sessualmente trasmessa o ad una gravidanza indesiderata.
  • Il mio ragazzo indossa il preservativo solo alla fine. È pericoloso?
    Si, perché il liquido seminale può uscire anche prima dell’eiaculazione. Solo mettendo il preservativo prima della penetrazione si è protetti da malattie sessualmente trasmesse.
  • Vorrei iniziare a prendere la pillola contraccettiva senza che mia madre lo sappia. I medici che lavorano al consultorio pubblico possono dire qualcosa a mia madre?
    Non ti preoccupare. I medici sono tenuti al segreto professionale.
  • Se il preservativo non è rotto si può riutilizzare?
    Assolutamente no, il preservativo va utilizzato una sola volta.
  • È vero che il contraccettivo più sicuro è il preservativo?
    Il preservativo è a oggi l’unico metodo contraccettivo che protegge dalle malattie trasmesse per via sessuale, ma dal punto di vista contraccettivo la sua efficacia non è elevata. I metodi contraccettivi più sicuri sono quelli ormonali: pillola, anello e cerotto, e la spirale. Bisogna dire però che l’efficacia di un metodo contraccettivo dipende anche dal suo corretto utilizzo.
    Vorrei usare il cerotto come contraccettivo ma c’è il rischio che si stacchi?
    Normalmente non accade, ma è bene sempre controllare. Se si stacca va sostituito con uno nuovo entro 24 ore. Se sono passate più di 24 ore dal distacco o non è possibile ricostruire quando ciò sia avvenuto, si deve cominciare subito un nuovo ciclo e usare contemporaneamente un contraccettivo di barriera (preservativo) per 7 giorni. Se si sono avuti rapporti sessuali prima di accorgersi del distacco, si corre il rischio di gravidanza indesiderata.
  • Ho avuto un rapporto con il mio fidanzato, ma dopo la pausa dei 7 giorni, mi sono accorta che mi sono dimenticata di reinserire l’anello. Che cosa devo fare?
    Se si sono avuti rapporti sessuali durante il periodo d’intervallo libero da anello, e non si è inserito il nuovo anello quando si doveva, si corre il rischio di un’eventuale gravidanza. Se non sono trascorsi 5 giorni dal rapporto o dai rapporti a rischio e non si desidera una gravidanza, si può assumere la contraccezione d’emergenza più efficace, acquistandola direttamente in farmacia senza ricetta.
  • Come funziona la pillola?
    Si prende la prima pillola, il 1° giorno delle mestruazioni e si continua a prenderne una al giorno senza interruzioni. Va assunta tutti i giorni alla stessa ora, per 21, 22, 24 o 28 giorni, secondo il tipo di pillola prescritta dal ginecologo di fiducia. Terminata la ventunesima pillola, si fanno seguire 7 giorni d’intervallo e s’inizia una nuova confezione. Nel caso della pillola in confezioni da 22 si fanno seguire 6 giorni d’intervallo; nel caso della pillola da 24, i giorni di sospensione sono 4, mentre le confezioni da 28 non prevedono interruzione.

 

L'iniziativa mettiche è un progetto di SMIC Società Medica Italiana per la Contraccezione, tutti i diritti sono riservati.